logo_lat

Arya srl
p.iva 01836640464
via Massa Avenza 85
54100 Massa (MS)
Tel. 0585 53609 / 50232
Fax 0585 379301
Arya News
RISCHIO LEGIONELLOSI

Approvate in Conferenza Stato-Regioni le nuove Linee guida per la prevenzione ed il controllo della legionellosi che riuniscono, aggiornano e integrano tutte le indicazioni riportate nelle precedenti linee guida nazionali e normative.

Le linee guida sono state aggiornate alla luce delle nuove conoscenze scientifiche, con l’ausilio tecnico-scientifico dell’Istituto Superiore di Sanità e di figure istituzionali esperte del settore.
Alla luce di queste evidenze il testo individua l’obbligo per ciascun Datore di lavoro, secondo quanto previsto dal D. Lgs 81/2008 e successive modifiche, di effettuare una valutazione del rischio di legionellosi con revisione almeno triennale.
ARYA srl fornisce assistenza nella redazione del DVR specifico, campionamento e analisi e consulenza per le operazioni di bonifica.

Tra le categorie considerate a rischio legionellosi:
• Operatori di strutture sanitarie assistenziali;
• Operatori di strutture turistico-ricettive;
• Operatori di laboratori di analisi;
• Vigili del fuoco e altri operatori del soccorso pubblico e della difesa civile;
• Movimentatori di terra, minatori;
• Lavoratori dell’industria automobilistica;
• Personale addetto alle operazioni di manutenzione/pulizia delle torri evaporative e degli impianti di distribuzione /trattamento acqua sanitaria;
• Addetti alle piattaforme di trivellazione;
• Addetti agli impianti di depurazione;
• Addetti alla pulizia di turbine nel settore industriale;
• Giardinieri;
• Personale addetto alla vendita/manutenzione di vasche per idromassaggio;
• Operatori ecologici durante la pulizia delle strade con acqua a pressione;
• Lavoratori delle cave di marmo (durante le operazioni di taglio del marmo con acqua);
• Addetti alla pulizia negli autolavaggi.

 
News SISTRI

Il Ministero Ambiente ha reso disponibili nella Sezione Manuali e Guide i documenti: MANUALE OPERATIVO SISTRI (Ver. 1.0 del 7 giugno 2016) PROCEDURE DI ISCRIZIONE E GESTIONE FASCICOLO AZIENDA (Ver. 1.0 del 7 giugno 2016).

La nuova versione del manuale operativo è necessaria all'indomani del Decreto Ministeriale n. 78 del 30 marzo 2016 ñ nuovo regolamento SISTRI.
Il manuale si apre con una descrizione del sistema. Si descrive, quindi,
la procedura in vigore nonchè le procedure particolari. Si passa poi a trattare di specifici soggetti, Regione Campania e procedure di emergenza...

 
EMISSIONI POCO SIGNIFICATIVE art. 272 comma 1 d.Lgs. 152/2006 esmi

In riferimento a tali emissioni per le quali la Provincia di Massa-Carrara aveva stabilito che non era necessario attivare comunicazioni agli Enti. A seguito della
ridistribuzione delle competenze Provincia-Regione, tale semplificazione viene a mancare. Pertanto le emissioni che rientrano in tale elenco devono effettuare opportuna comunicazione all'Ente competente (RegioneToscana).

 
Nel caso di variazione dell'impresa occorre sostituire registro c/s e FIR?

Variazione impresa ñ Registri c/s e FIR - Sostituzione

» necessario sostituire il registro di carico e scarico e il formulario d'identificazione del rifiuto nelle seguenti casistiche:
se varia il codice fiscale dell'impresa;
se varia l'indirizzo dell'unità locale in cui vengono prodotti/gestiti i rifiuti (a meno che si tratti di variazione toponomastica).
La bollatura del nuovo registro/formulario deve avvenire successivamente alla comunicazione al Registro Imprese della variazione e, comunque, prima di qualsiasi operazione o movimentazione effettuata sul rifiuto.
Se, invece, varia solo la ragione sociale, ma il luogo in cui vengono prodotti/gestiti i rifiuti e il codice fiscale restano uguali, il registro e il formulario non vanno cambiati.
In questo caso Ë sufficiente scrivere i nuovi riferimenti sul frontespizio di entrambi i documenti (registro / formulario), indicando altresì gli estremi dell'atto di modifica (per le società) e la data in cui Ë stata effettuata la variazione al Registro Imprese.

 
Novità SISTRI

E' stato pubblicato sulla G.U. n.120 del 24.05.2016 il Decreto Ministeriale n.78 del 30.03.2016 "Regolamento recante disposizioni relative al funzionamento e ottimizzazione

Leggi tutto...
 
Corso Classificazione e Gestione dei rifiuti

ARYA Srl organizza per il 1 luglio 2016 il corso Classificazione e Gestione dei Rifiuti destinato a:

- tutte le aziende che producono rifiuti destinati allo smaltimento e/o attività di recupero

Leggi tutto...
 
SISTRI RINVIO AL 2017

Con la pubblicazione del "Decreto Milleproroghe" approvato nella seduta del Consiglio dei Ministri del 23 dicembre 2015 è stata rinviata di un anno, al 1° gennaio 2017, l'entrata in vigore delle sanzioni relative agli errori e al mancato utilizzo del sistema. Pertanto, per tutto il 2016 dovranno essere applicati gli adempimenti e gli

Leggi tutto...
 
Denuncia Annuale Rifiuti MUD

Il decreto legislativo 152/06 prevede, all’articolo 189, l’obbligo di effettuare la denuncia annuale dei rifiuti con il Modello Unico di Dichiarazione (come da DPCM 21/12/2015 – G.U. n° 300 del 28/12/2015) relativamente alle movimentazioni di rifiuti effettuate durante il 2015.

Sono soggetti al MUD:

Leggi tutto...
 
DIVIETO DI RACCOLTA FERRO E METALLI NON FERROSI

Dal 2 Febbraio 2016 sono entrate a far parte dell’Ordinamento giuridico le nuove norme ambientali previste dalla legge 28 Dicembre 2015 n.221 recante “Disposizioni in materia ambientale per promuovere misure di Green Economy e per il contenimento dell’uso eccessivo di risorse naturali” pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale del 18 gennaio 2016 n. 13.

Leggi tutto...
 
Collegato Ambientale

Il Collegato Ambientale legge 28/12/15 n.221 "Green Economy" vieta il ritiro di ferro, rame e metalli ferrosi da parte di straccivendoli e robivecchi con licenza di ambulante.

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 2 di 12